“Il regno delle Due Sicilie e le Potenze europee 1830-1861” – di Eugenio Di Rienzo

Il Regno delle due Sicilie terminò la sua esistenza a seguito di un processo di decomposizione interna accelerato dal moto risorgimentale che portò all’unificazione del nostro paese? Oppure a provocare il crollo del regime borbonico fu decisiva la pressione delle grandi «Potenze marittime» (Francia e Inghilterra) che, dalla metà del XIX secolo, tentarono di trasformare …

Leggi tutto “Il regno delle Due Sicilie e le Potenze europee 1830-1861” – di Eugenio Di Rienzo

“I ribelli di Roma” – di Harry Sidebottom

Sicilia, 265 d.C. All’ombra dell’Etna, gli schiavi si stanno ribellando.Mentre i capi della rivolta dichiarano la Sicilia la nuova terra della libertà, uomini e donne vengono massacrati, le città dell’isola saccheggiate e date alle fiamme. Quando una nave naufraga al largo delle coste occidentali, solo due sopravvissuti riescono a sfuggire alla furia dei ribelli.Balista è …

Leggi tutto “I ribelli di Roma” – di Harry Sidebottom

“Il figlio d’Europa” – di Fabrizio Roscini

490 d.C., Valentio è un cinico contrabbandiere, con il vizio del vino e del gioco d’azzardo. Di fronte l’invasione dei Goti in Italia e sommerso dai debiti, fugge in Gallia cercando di lasciarsi alle spalle la sua vecchia vita. Quella che un tempo era casa sua è però una terra martoriata, preda di carestie e …

Leggi tutto “Il figlio d’Europa” – di Fabrizio Roscini

Un giorno come oggi – 26 giugno 363 d.C. La morte dell’imperatore Giuliano

di Stefano Basilico Flavio Claudio Giuliano, giovane imperatore e ultimo «Optimus Princeps›› della storia di Roma, cade in combattimento nel cuore della Mesopotamia: a Maranga, sulla strada per Samarra durante la risalita verso settentrione proveniente da Ctesifonte, dopo aver sconfitto il secolare nemico sasanide sotto le mura della sua capitale, sulle rive del Tigri, il 29 …

Leggi tutto Un giorno come oggi – 26 giugno 363 d.C. La morte dell’imperatore Giuliano

𝐿𝐴 𝑆𝐼𝑇𝑈𝐴𝑍𝐼𝑂𝑁𝐸 𝑃𝑂𝐿𝐼𝑇𝐼𝐶𝐴 𝐼𝑇𝐴𝐿𝐼𝐴𝑁𝐴 𝑁𝐸𝐺𝐿𝐼 𝐴𝑁𝑁𝐼 ’80 𝐷𝐸𝐿 𝐷𝑈𝐸𝐶𝐸𝑁𝑇𝑂. 𝐷𝐴𝐿𝐿𝐴 𝑀𝐸𝐿𝑂𝑅𝐼𝐴 𝐴 𝐶𝐴𝑀𝑃𝐴𝐿𝐷𝐼𝑁𝑂

Utilissima integrazione al mio articolo “Campaldino. La battaglia di Dante“!

Il Medioevo Social

Così vidi io già temer li fanti

ch’uscivan patteggiati di Caprona,

veggendo sé tra nimici cotanti”

Dante Alighieri, Divina Commedia, Inferno Canto XXI vv. 94-96.

Gli anni ’80 del XIII secolo furono decisamente particolari nel loro sviluppo. La lotta decennale tra i cosiddetti guelfi e ghibellini subì una radicale trasformazione nei suoi intendimenti. Se l’imperatore Federico II erano morto ormai da quarant’anni e la sua dinastia l’aveva seguito poco dopo a causa delle tremende disfatte di Benevento e Tagliacozzo, anche il lato guelfo in quegli anni rimase tremendamente sfiduciato.

No, non v’era stato il ritorno di un qualche imperatore che come un novello Barbarossa era disceso per riportare l’ordine in Italia, anzi il Sacro Romano Impero languiva in un lungo intervallo d’interregno a cui solo alla fine del Duecento si stava venendo a capo con difficoltà grazie all’influenza della nascente dinastia degli Asburgo guidati da Rodolfo I.

Il partito…

View original post 1.183 altre parole

Le origini di Settimio Severo, l’imperatore venuto dall’Africa

In occasione dell'anniversario dell'ingresso di Settimio Severo in Roma (giugno 193 d.C.), dopo aver disperso le scarse forze fedeli a Didio Giuliano e aver ordinato l'esecuzione delle stesso, indaghiamo quali furono le origini sociali e culturali di questo importante imperatore. Scopriremo così il vero successo dell'impero: la capacità di integrare i popoli sottomessi. La situazione …

Leggi tutto Le origini di Settimio Severo, l’imperatore venuto dall’Africa

“Albert Einstein. Nella sua scienza la sua vita” – di Andrea Castelli

Dove saremmo oggi se Lord Kelvin avesse avuto ragione quando nel 1900 affermò che in fisica non c’era più nulla di nuovo da scoprire e che non restava altro da fare se non eseguire misure sempre più precise? Raramente o forse mai un giudizio tanto perentorio si rivelò essere totalmente falso. Era la quiete prima …

Leggi tutto “Albert Einstein. Nella sua scienza la sua vita” – di Andrea Castelli

29-30 maggio 1832: L’ultima notte di Évariste Galois, genio della matematica

Un destino beffardo sembra abbia gravato sulla matematica - in particolare nel campo dell'algebra - nella prima metà dell'Ottocento. In un precedente articolo (Vita di Niels Henrik Abel, sfortunato genio della matematica) vi ho raccontato la storia del matematica norvegese Abel (1802-1829) a cui una condizione originaria di povertà, problemi di salute dalla povertà acuiti e …

Leggi tutto 29-30 maggio 1832: L’ultima notte di Évariste Galois, genio della matematica

“Storia della criminologia e dei metodi investigativi” – di Massimo Centini

La criminologia esiste da quando, posto di fronte a un delitto o fatto criminoso compiuto in società, il primo uomo ha cercato indizi, tracce e prove per risalire a un colpevole certo. La questione è ben più complessa di come sembra apparire, anche se la dinamica, nella storia, è sempre rimasta la stessa: scoprire l’autore …

Leggi tutto “Storia della criminologia e dei metodi investigativi” – di Massimo Centini

I Cartaginesi sacrificavano i bambini? – Il caso dei “tofet”

"I Cartaginesi fanno questo genere di sacrifici e per loro è un atto religioso e legale. Alcuni di essi arrivano a sacrificare i propri figli a Crono, come anche tu probabilmente hai sentito dire."Pseudo Platone nel dialogo "Minosse", IV secolo a.C. Come ben sapete, sono uno scrittore di romanzi storici. Ho deciso di approfondire la …

Leggi tutto I Cartaginesi sacrificavano i bambini? – Il caso dei “tofet”